Ultimo aggiornamento:

Caporalato

“I dati che presentiamo oggi ci consegnano una fotografia del Paese nel quale il fenomeno del caporalato e dello sfruttamento lavorativo in agricoltura sono elementi che si presentano in forma virulenta, aggressiva ed organizzata. Oltre 400.000 mila lavoratori sfruttati, sottopagati, agli ordini dei caporali e delle aziende che a loro si rivolgono, sono un dato non degno di un paese civile e moderno”. E’ quanto emerge, purtroppo, dal Terzo Rapporto agromafie e caporalato dell’Osservatorio Placido Rizzotto – Flai Cgil.
Leggi tutto
Scarica la sintesi del rapporto
Vai alla scheda del libro

Sharing Economy e fine dei lavori

“Qual è l’ultima volta che avete comprato un biglietto del treno allo sportello invece di farlo online? O un cd in un negozio di dischi? O che avete messo piede in banca? Non siete i soli. Il risultato individuale è una maggiore convenienza immediata, quello collettivo è la fine di quei lavori”. Dalla quarta di copertina di Al posto tuo, di Riccardo Staglianò per Einaudi.
Vai alla scheda del libro

Giovani esclusi

Esclusi, messi a margine della società. A sentirsi così è più della metà (il 57%) dei giovani europei che hanno fra i 16 e i 30 anni. Lo rivela uno studio Eurobarometro che ha intervistato, tra il 9 e il 25 aprile, più di 10mila giovani nei 28 Stati membri, per un’indagine commissionata dal Parlamento europeo.
Leggi tutto
Scarica il rapporto


Ammalarsi di città

C’è una forte correlazione tra pianificazione urbana e salute della popolazione. Ecco perché ad “ammalarsi di città” sono soprattutto le donne. Su InGenere.it.
Leggi tutto

Antigone e le carceri

Il 15 aprile è stato presentato Galere d’Italia, XII Rapporto di Antigone sulle condizioni di detenzione. E’ passato un mese, ma è sempre attuale.
Scarica la cartella stampa

Banzai Mondadori

Mondadori compra i siti Banzai (PianetaDonna, Giallo Zafferano, Studenti.it, Mypersonaltrainer, etc.) per 45 milioni di euro. Così la vede Il Fatto Quotidiano. Voi come la vedete?


Politiche locali alternative

E’ uscito l’ebook Sbilanciamo le città. Come cambiare le politiche locali: “62 proposte dettagliate per favorire partecipazione e uguaglianza, assicurare sostenibilità e vivibilità, praticare buon governo e innovazione e promuovere inclusione e solidarietà”, in vista delle elezioni del 5 giugno.
Leggi tutto
Scarica il rapporto

Difficile essere mamme

Un rapporto di Save The Children ci dice che “le donne nel nostro Paese sono costrette a un difficile equilibrismo tra la scelta di maternità e il carico dovuto alle cure familiari, ancora molto sbilanciato sulle loro spalle e reso ancor più gravoso dalla carenza di servizi di sostegno sul territorio, facendo al tempo stesso i conti con un mercato del lavoro che le penalizza a priori in quanto donne e diventa un problema ancora più grande quando arrivano i figli”.
Leggi tutto
Scarica il rapporto

Nessun allarme

La prima causa di decesso per gli stranieri sono le morti in mare. Tra le patologie più diffuse ci sono i disturbi da stress e l’obesità. La prevenzione è scarsa, così come le vaccinazioni. Lo dice una ricerca dell’Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà.
Leggi tutto


Disuguaglianze

Fondazione Gorrieri

Ogni mese la Fondazione Gorrieri di Modena elabora una newsletter sulle disuguaglianze, selezionando gli articoli più interessanti comparsi sulle testate web. Iscrivetevi dal sito, ne vale la pena. La Fondazione fa anche molto di più: ad esempio, cura ricerche e organizza seminari e letture annuali con figure prestigiose.
Vai al sito

Aumento

Dossier dei servizi studi di Camera e Senato: la disuguaglianza, tra il 2013 e il 2014, è cresciuta in quasi tutti gli Stati membri dell’Unione Europea.
Leggi tutto

Gender Pay Gap

Le donne guadagnano in media il 16% in meno degli uomini nei paesi dell’Unione Europea. È il dato reso noto dall’Eurostat, l’ufficio statistico dell’Ue.
Leggi tutto


Osservasalute 2015

È uscito il Rapporto Osservasalute 2015: “Diminuiscono significativamente i sedentari. Ma non migliorano altre cattive abitudini come lo scarso consumo di frutta e verdura e la popolazione è sempre più grassa. L’invecchiamento del Paese continua inesorabile e l’aumento dell’aspettativa di vita subisce una battuta d’arresto. Si continua a registrare una pericolosa carenza di investimenti in strategie preventive in tema di salute pubblica”.
Leggi tutto su Repubblica.it.

Nuovo album per i 99 Posse

Il Tempo. Le Parole. Il Suono: questo il titolo del nuovo lavoro dei 99 Posse, che in questo album “partono da se stessi per descrivere la realtà che li circonda, si auto-rappresentano, come fanno da sempre, in un sistema che ha bisogno di etichettare per poi vendere, ma questa volta lo fanno abbassando il volume della voce e mettendosi a nudo, coi propri limiti, le proprie incertezze, ma anche con tutto lo spessore e la potenza di 25 anni di ‘alterità’, concentrandosi sull’identità: in un mondo in cui tutti urlano la band napoletana ha deciso di lavorare su quello che è nel profondo, partire dall’interno per affrontare ciò che c’è fuori”.
Vai al sito dei 99 Posse.
Guarda il video di Combat Reggae

Disuguaglianze

Laterza ha pubblicato il nuovo libro di Maurizio Franzini e Mario Pianta Disuguaglianze. Quante sono, come combatterle: “L’1% più ricco del mondo ha una ricchezza all’incirca pari a quella di tutti gli altri esseri umani. In Occidente i redditi dei ‘supermanager’ corrono, i salari crollano, la povertà è in aumento: fatti documentati e ben conosciuti, ma come e perché si è arrivati a queste disuguaglianze record?”
Vai alla scheda del libro


Gioco d’azzardo

“Vola il gioco d’azzardo online: nel 2015 spesi 821 milioni di euro (+13%)”. Ne parla Redattore Sociale sulla base del Rapporto dell’Osservatorio sul gioco on line del Politecnico di Milano.
Leggi tutto

Il fine vita

Bisognerebbe parlarne di più, e invece è un tema su cui, per cultura e paura, non si riflette abbastanza. Lo fa Maurizio De Masi per Ediesse con un libro che si chiama, appunto, Il fine vita.
Vai alla scheda del libro

Totti ribalta

Su l’Huffington Post, Darwin Pastorin, uno che di calcio sa scrivere in modo quasi letterario, scomoda Soriano, Galeano e Borges per narrarci, dal suo punto di vista, la piccola-grande impresa di Francesco Totti in Roma-Torino di mercoledì.
Leggi tutto


L’importanza della manutenzione

Annamaria Testa su Nuove e Utile: “Forse, e per incentivare la pratica della manutenzione, potremmo ispirarci a Longanesi e inventarci, ogni tanto, una nuova inaugurazione per celebrare, insieme a noi stessi, ciò che non si è rotto, danneggiato o consumato grazie al semplice fatto che ce ne siamo presi cura. Sia quel qualcosa un’amicizia, un amore, un paesaggio, un’idea, una parola. E qualsiasi altro elemento materiale o immateriale ci venga in mente che ha un valore, e la cui perdita ci addolorerebbe lasciandoci più poveri”.
Leggi tutto

Servono giovani

“Non è un lavoro per vecchi”, l’inchiesta di Repubblica.it sulle paradossali conseguenze dell’innalzamento dell’età pensionabile e del blocco del turnover nella pubblica amministrazione: “Professori sempre più stanchi e stressati protagonisti di episodi di bullismo alla rovescia; infermieri anziani costretti a turni di notte che sperano di ottenere l’inidoneità ai servizi più pesanti; poliziotti che dovrebbero correre dietro ai ladri pur avendo superato i 60”.
Leggi tutto

Migranti fuoricampo

Diecimila richiedenti asilo e rifugiati vivono al di fuori del sistema di accoglienza, in condizioni precarie e senza assistenza sanitaria: “Ad accomunarli sono le condizioni di vita inaccettabili: in metà dei siti manca persino l’acqua e l’elettricità. L’accesso alle cure è limitato o del tutto assente. Gli insediamenti sono ignorati dalle istituzioni. Quando le istituzioni agiscono, l’unica soluzione possibile sembra essere lo sgombero”. Il rapporto di Medici Senza Frontiere.
Vai al sito
Scarica il rapporto completo


Risorse alla radio

Il reportage oggi

Una bella puntata di Melog di Gianluca Nicoletti su Radio24 dedicata al reportage: “Viviamo in un’epoca in cui le giornate di milioni di individui sono scandite della proliferazione e offerta di news, aggiornate a ritmi frenetici su web e tv, e dalla fruizione disattenta, se non casuale, di milioni di fotografie e testi attraverso un monitor. Contenuti drammatici e leggeri si mischiano in questo flusso comunicativo che per molti inevitabilmente spinge verso una lettura superficiale e passiva della realtà. Oggi a Melog ci chiediamo in che modo è possibile andare oltre questa modalità di fare o subire informazione, esplorando i modi di intendere il reportage oggi, tra scrittura, giornalismo e fotografia”.
Vai al podcast

Ventidue anni in carcere, da innocente

Su Radio Carcere, programma di Riccardo Arena condotto per Radio Radicale, l’assurda storia di Giuseppe Gulotta, detenuto per ventidue anni in carcere senza aver commesso alcun reato.
Vai al podcast

Difficile essere pendolari

La difficile vita dei pendolari: questo il tema di una puntata di La radio ne parla, in onda su Rai Radio 1 con la conduzione di Ilaria Sotis.
Vai al podcast


Wu Ming 1 e No Tav

“In Italia ci sono tante lotte No Tav: ‘Terzo Valico’, Brennero, Vicenza, Firenze… Quella valsusina è la più longeva e radicata. È nata nel 1991, compie un quarto di secolo ed è ora di un nuovo sunto, di una sintesi. – Dopo venticinque anni, – mi sono chiesto – a che punto si trova il movimento? Per rispondere, sto scrivendo una ‘miniserie’. Si intitola Ovest. È un racconto di non-fiction in tre puntate, che usciranno una alla settimana su Internazionale“. Le tre puntate, di Wu Ming 1, sono uscite; le trovate ai link qui sotto.
Prima puntata
Seconda puntata
Terza puntata

Un’altra fotografia

Il forum Il nuovo cassetto propone una ricostruzione di cosa c’è stato prima e dietro alcune fotografie “classiche” che hanno fatto storia.
Leggi tutto

Nuovi schiavi e voucher

“I voucher, per chi non lo sapesse, sono dei ‘buoni’ che si possono acquistare anche dal tabaccaio con cui pagare one shot forza lavoro di diverso tipo, che così guadagna 7,5 euro all’ora. Il lavoro a voucher non prevede alcuna forma di welfare (ferie, malattia, gravidanza etc) ed è in larghissima espansione in Italia: lavoro liquido e super precario, sostanzialmente braccia e cervelli in affitto, all’ora, usa-e-getta”. Nel blog di Alessandro Gilioli, una breve ma istruttiva intervista ad Anna Zilli, docente di Diritto del Lavoro, su un fenomeno molto poco presente nei media.
Leggi tutto


I soldi del mondo

Un’infografica che ci fa vedere chiaramente quanti sono i soldi nel mondo e quanto pesa la finanza (guardate la proporzione dei derivati).
Leggi tutto

Acqua tradita

Nel sito di Radio Popolare, un’intervista a Paolo Carsetti del Forum italiano dei movimenti per l’acqua sullo “stato dell’acqua” nel nostro paese e sul tradimento del referendum: “Giugno 2011: 26 milioni di italiani chiedevano con il loro voto di togliere i profitti dei privati sui servizi idrici. L’acqua doveva tornare pubblica. Sono passati quasi cinque anni, ma da allora poco o nulla è andato nella direzione della volontà popolare. Anzi, i governi, sotto la pressione delle lobby, non hanno fatto altro che approvare leggi e decreti che favoriscono le privatizzazioni”.
Leggi tutto

Per il reddito di base

Un libro di Elena Granaglia e Magda Bolzoni per Ediesse sulla necessità di una misura universale di contrasto alla povertà: “Il reddito di base va maneggiato con cura; ma con la necessaria consapevolezza che esso è anche, inequivocabilmente, parte integrante dei diritti di cittadinanza”.
Leggi qui le conclusioni


Granello di sabbia

Il Granello di Sabbia è il mensile per un nuovo modello sociale di Attac Italia. Qui segnaliamo il numero di gennaio 2016, dedicato alla campagna “Riprendiamoci il comune”.
Leggi tutto

Crisi e deterioramento sociale

È appena uscito per Il Mulino La «recessione» civica. Crisi economica e deterioramento sociale, di Pasquale Colloca: “Al di là degli effetti prettamente economici e materiali, qual è l’impatto della crisi sugli atteggiamenti? I cittadini hanno cambiato il loro modo di vedere la società e di rapportarsi con gli altri? Sviluppando un’ampia e articolata analisi empirica, il volume indaga le conseguenze della recente crisi economica su differenti atteggiamenti civici e politici: la fiducia negli altri, la tolleranza, il senso civico, l’atteggiamento verso la democrazia, l’interesse politico, la fiducia nelle istituzioni. Il quadro che emerge mostra una relazione diretta tra esposizione alla crisi e deterioramento sociale: una sorta di «recessione» civica, che inasprisce vecchie fratture sociali e ne apre di nuove”.
Vai alla scheda del libro

Blu cancella

Blu, grande street artist italiano, ha recentemente cancellato dai muri di Bologna tutte le sue opere, contro la decisione di inserirne una parte in una mostra (al chiuso e a pagamento). Graphic-news ricostruisce la vicenda, a fumetti.
Leggi tutto


Più figli in Francia

Un articolo de Il Post sul perché in Francia si fanno più figli: “Il motivo per cui le donne francesi fanno più figli di quelle degli altri paesi europei è che da diversi anni la Francia ha adottato una serie di politiche per aumentare gli aiuti alle famiglie con figli, senza però discriminare i genitori sposati da quelli conviventi, e incentivando le donne a non lasciare il proprio lavoro per occuparsi dei figli”.
Leggi tutto

Alternative

Il Centro Nuovo Modello di Sviluppo elabora da anni idee e strategie alternative ai meccanismi economici dominanti. Ce ne occuperemo presto. Intanto potete dare un’occhiata al sito, ne vale la pena.
Vai al sito

Donne e lavoro povero

“Con la crisi economica la quota dove in famiglia lavora solo la donna è al 10 per cento. Fanalino di coda in Europa, con un tasso di occupazione fermo al 47. Da noi la disparità di genere si riflette sul mercato del lavoro e sulle politiche di welfare”. Un articolo di Marcella Corsi per Il Manifesto.
Leggi tutto


I paesi-risorsa

Internazionale online ospita un reportage di Angelo Mastradrea sui piccoli paesi del sud che potrebbero cambiare l’Italia: “Al parlamento comunitario di Trevico può accadere di tutto. Per esempio, che nel bel mezzo di una discussione politica qualcuno si alzi in piedi e declami: ‘Mondo cosa dici, la bellezza sta mettendo le radici’. Come spiega il poeta, scrittore e agitatore culturale Franco Arminio, che ne è l’ideatore, ‘i parlamenti comunitari sono composti di casi unici e irripetibili'” (17/03/2016).
Leggi tutto

Fronteggiare la crisi

Un volume di Sassatelli, Santoro e Semi per Il Mulino su come il ceto medio sta cercando di fronteggiare la crisi: “Per chiunque si occupi di economia e mobilità sociale, consumi e cultura, stili di vita e gusti, l’osservazione dei comportamenti del ceto medio è la chiave per comprendere appieno l’impatto della crisi. Sulla scorta di un’ampia e articolata ricerca condotta tra le famiglie italiane, questo volume mette sotto la lente d’ingrandimento le scelte di consumo, in riferimento a tre ambiti specifici: la casa, l’alimentazione e i consumi culturali. Sono così illustrate le odierne strategie di distinzione e appartenenza sociale e la loro complessa negoziazione attraverso rinunce e concessioni, resistenza e innovazione” (17/03/2016).
Vai alla scheda del libro

Migranti in soggettiva

Gli Shakalab (FacebookYoutube), “super collettivo del reggae siciliano”, lanciano il pezzo ‘Nta sta varca. Gli ormai tristemente famosi viaggi della speranza dei migranti vengono raccontati in uno splendido video stile cartoon, con la vista in soggettiva di chi quei viaggi compie. Da vedere e ascoltare (16/03/2016).


Futuro digitale e lavoro precario

Su Nuovi Lavori, una riflessione di Nicola Cacace su imprese digitale e diritti del lavoro: “Il futuro digitale che avanza impetuosamente con le imprese dei Servizi in rete, pur portando qualche vantaggio per i consumatori e grossi vantaggi per azionisti e manager di queste società, rischia di portare ad un impoverimento delle collettività più ampie, con una sostituzione di lavoro “buono” con lavoro precario e con la distruzione di ogni prospettiva di futuro per i giovani, i nostri figli ed i nostri nipoti”. Considerazioni simili a quelle di Roberto Sommella su Huffington Post (14/03/2016).
Leggi tutto (Cacace – Nuovi Lavori)
Leggi tutto (Sommella – Huffington Post)

Una tv in una stazione

Segnaliamo Termini TV, canale online dedicato alla più grande stazione di Roma e all’area immediatamente intorno a questa: “Questo spazio geografico, che potrebbe essere configurato come un “non luogo” , un “atopos”, per la natura transitoria insita in esso, viene raccontato attraverso le storie di coloro che vivono, orbitano o semplicemente passano nella zona di Termini”. Qualche esempio (ma nel sito c’è molto di più): un incontro con “l’angelo blu” di Termini; la storia di Claudileia, scrittrice e volontaria originaria del Brasile che racconta come è nato il suo amore a Tiburtina; un dialogo con Angelo, apolide che vuole ritrovare la propria famiglia in Kosovo (13/03/2016).
Vai al sito

Finanza diversa

Vale sempre la pena pubblicizzare e far conoscere ulteriormente Banca Etica, una delle strutture con maggiori capacità di “ribaltare” i meccanismi economici. Offre tutti i principali prodotti e servizi bancari a partire da principi fondativi ben chiari: trasparenza, partecipazione, equità, efficienza, sobrietà, attenzione alle conseguenze non economiche delle azioni economiche, credito come diritto umano. Pensiamoci quando dobbiamo aprire un conto corrente o contrarre un mutuo (12/03/2016).
Vai al sito


L’Italia raccontata dai postini

E’ in libreria già da un po’ per Feltrinelli l’ultimo volume di Angelo Ferracuti, Andare Camminare Lavorare. L’Italia raccontata dai portalettere. Ferracuti, autore di altri splendidi reportage, marchigiano ed ex postino, ci fa entrare, con grande empatia ed occhi vivaci, dentro quartieri, case, vie, vicoli, rapporti umani, storie dell’Italia minore e maggiore. “I portalettere registrano, guardano, si accorgono. Non sfugge loro niente, tutto messo da parte in un luogo segreto della memoria. Oggetti, visi, sguardi, profumi. Sanno i dolori, le malattie, ma riescono a intuire anche gli stati improvvisi di felicità” (10/03/2016).
Vai alla scheda del libro

Dipende

“Dipende. Vorrei vivere in un mondo dove fosse ancora possibile rispondere così a chi ti chiede cosa pensi della medicina naturale, della riforma del Senato, dell’accesso ai tracciati telefonici di un morto, delle donne che portano in grembo un bambino che sarà poi figlio di altri. Dipende, vorrei poter rispondere e invece non si può perché non c’è tempo, non c’è voglia di capire e di ascoltare, di distinguere”. Un bellissimo articolo di Concita De Gregorio su Repubblica. Si parla di maternità surrogata e decisioni difficili (09/03/2016).
Leggi tutto

La iena si racconta

Di solito è lui a “intervistare” diversi malcapitati. Stavolta, è un giornale, Il Fatto Quotidiano, a provare a mettere sotto torchio Enrico Lucci, mente e braccio de Le Iene. Una chiacchierata tra il gioco e il serio, come c’era da aspettarsi (08/03/2016).
Leggi tutto