I libri delle Polveri

La storia scritta da chi la fa

L’idea è semplice: finanziare con i proventi di un libro la pubblicazione di quello successivo. Le Libere Edizioni delle Polveri sono un progetto editoriale nato “dal basso” che cerca di dare voce a chi nei circuiti classici non ce l’ha. In nome dei diritti sociali, primi fra tutti quelli alla salute e alla verità.


Le aziende? Ai lavoratori

Quattro esempi virtuosi

Per sfuggire alla disoccupazione i lavoratori scelgono sempre più spesso di riunirsi in cooperativa portando avanti la produzione di aziende destinate a fallire. Così sfidano la crisi, che tra il 2008 e il 2014 ha portato in Italia a un numero record di fallimenti aziendali


Una giornata particolare

Settemila persone in piazza per una buona causa non è cosa da tutti i giorni. A Terni da decenni si respira inquinamento da ciminiere e da inceneritori di rifiuti. Oggi il no a quella roba sta diventando un movimento, finalmente. Dal basso, con i politici delle istituzioni costretti ad accodarsi


Una rivoluzione, roba da matti

Dall’istituzione chiusa alla sua apertura al suo abbattimento. La storia dell’abolizione dei manicomi è esaltante e ricca di lezioni. Soprattutto oggi, in tempi di guerre tra poveri e ritorno dei muri


Morti sul lavoro

Caduti invisibili

Ogni anno, puntuale come una macabra ritualità, arriva l’elenco dei morti di quella che è forse la guerra più longeva che l’umanità ricordi: quella contro il lavoro. I conti però non tornano e dalle statistiche ufficiali spariscono ogni anno centinaia di decessi. C’è un Osservatorio indipendente che cerca di fare luce sulla reale portata del fenomeno. Parla il suo ideatore



Rifugiati

In un Tiglio

Come funziona una struttura che accoglie i rifugiati? Chi ci vive? Quanto costa? Come vengono gestiti i soldi? Un viaggio all’interno di una comunità a porte aperte per smontare i luoghi comuni venati da razzismo che spesso si sentono ripetere sull’argomento




Sharing mobility

La rivoluzione possibile

La sharing mobility può essere declinata in molti modi e alleviare i problemi di traffico delle nostre città, a patto che si riprogetti il modo di far muovere le persone in maniera comoda, rispettosa dell’ambiente e delle persone, e anche più economica. A Roma è stato presentato il primo rapporto nazionale


Donne

Il fiume rosso che ha detto no

Quella di sabato è stata una giornata speciale, perché le vittime delle violenze hanno deciso di smettere di tacere e dire forte e chiaro che i lutti sono già stati troppi, invadendo Roma


Terremoto

Il click solidale

Dalla casa delle associazioni allo zafferano di Cascia. In un sito le schede e i contatti per i progetti che chiedono finanziamenti per far rinascere le comunità umbre colpite dal terremoto


“Macero no”

I libri tornano a vivere

A causa di un mercato dopato alcuni titoli sono costretti ad andare al macero quando ancora hanno molto da dire. Ecco perché quattro case editrici indipendenti hanno deciso di vendere alcune delle loro produzioni al prezzo politico di tre euro. Storia di un’iniziativa che va molto al di là di quello che sembra e punta a combattere un sistema distorto


Altrocioccolato

L'abbraccio al mondo

Dai no degli inizi ai sì di oggi. A Città di Castello per tre giorni si incontra chi non è contento del mondo attuale e prova a cambiarlo. Con uno sguardo particolare dedicato al cibo, a chi lo produce e a chi lo consuma