Wu Ming 1

La contro grande opera sul Tav

“Un viaggio che non promettiamo breve” ripercorre minuziosamente venticinque anni di lotta No Tav in Val di Susa. Ed è un libro che smonta pezzo dopo pezzo la retorica delle grandi opere, oltre a essere un omaggio a un movimento articolato e composito che è un esempio per longevità e forza


Rifugiati

In un Tiglio

Come funziona una struttura che accoglie i rifugiati? Chi ci vive? Quanto costa? Come vengono gestiti i soldi? Un viaggio all’interno di una comunità a porte aperte per smontare i luoghi comuni venati da razzismo che spesso si sentono ripetere sull’argomento




Sharing mobility

La rivoluzione possibile

La sharing mobility può essere declinata in molti modi e alleviare i problemi di traffico delle nostre città, a patto che si riprogetti il modo di far muovere le persone in maniera comoda, rispettosa dell’ambiente e delle persone, e anche più economica. A Roma è stato presentato il primo rapporto nazionale


Donne

Il fiume rosso che ha detto no

Quella di sabato è stata una giornata speciale, perché le vittime delle violenze hanno deciso di smettere di tacere e dire forte e chiaro che i lutti sono già stati troppi, invadendo Roma


Terremoto

Il click solidale

Dalla casa delle associazioni allo zafferano di Cascia. In un sito le schede e i contatti per i progetti che chiedono finanziamenti per far rinascere le comunità umbre colpite dal terremoto


“Macero no”

I libri tornano a vivere

A causa di un mercato dopato alcuni titoli sono costretti ad andare al macero quando ancora hanno molto da dire. Ecco perché quattro case editrici indipendenti hanno deciso di vendere alcune delle loro produzioni al prezzo politico di tre euro. Storia di un’iniziativa che va molto al di là di quello che sembra e punta a combattere un sistema distorto


Altrocioccolato

L'abbraccio al mondo

Dai no degli inizi ai sì di oggi. A Città di Castello per tre giorni si incontra chi non è contento del mondo attuale e prova a cambiarlo. Con uno sguardo particolare dedicato al cibo, a chi lo produce e a chi lo consuma


Uscire dalla gabbia

Le strade dell'alternativa

Migranti sfuggiti allo sfruttamento e manager in giacca e cravatta, cooperanti fantasiosi e imprenditrici innovative. L’economia, se diventa civile, può offrire una via d’uscita dalla crisi e seminare dignità


Il caffè che libera tutti

E rema contro la crisi

La solidarietà può essere una leva per sovvertire leggi dell’economia che paiono naturali, ma sono scritte da uomini e donne, quindi modificabili. E un caffè può favorire lo sviluppo autentico di intere popolazioni. Funziona, come dimostra la vicenda di Ponte solidale



Panta Rei

L'isola del 'si può'

A Passignano sul Trasimeno, in Umbria, c’è un centro di educazione che punta a “insegnare facendo”,
dove ogni manufatto e ogni attività sono all’insegna della sostenibilità. A partire dalle costruzioni,
realizzate in terra e paglia e con materiali ripescati dalle riciclerie


Nella rete

Senza farsi pescare

Internet è una risorsa e le nostre vite saranno sempre più connesse. Ma proprio per questo occorre conoscere quello che si usa. E sapere che dietro social, programmi e navigazione si nascondono diverse insidie. L’open source è una strada da percorrere, anche per allargare gli spazi di democrazia. Sonia Montegiove, presidentessa di LibreItalia, spiega perché


Donne di Palestina

Saponi di libertà

A Jenin un gruppo di coraggiose ha fatto di una tradizione uno strumento di riscatto. E oggi, grazie a una cooperativa di commercio equo italiana, sta facendo il secondo passo. Riuscendoci