Articoli di Simone Gobbi Sabini

Comunità

Reddito, lavoro e partiti: un dibattito fuori dal tempo

Il Movimento 5 Stelle non è stato in grado di difendere la sua proposta dall’assalto della vulgata anti-fannulloni, il centrosinistra si attarda su modelli superati. L’unica a fare il suo lavoro è la destra, che diventa sempre più estrema e miete consenso mentre fasce di popolazione crescenti non riescono a condurre un’esistenza dignitosa

Comunità

Qui, ora, in-oltre

I commenti a margine delle elezioni regionali umbre sono forse stati ben più imbarazzanti della campagna elettorale che li ha generati. Riassumendo brevemente: nei giorni del marketing politico la demagogia del nuovo, che bacia crocifissi in cambio di rubli e fomenta disprezzo verso i più deboli in cambio di consenso, si è alternata con ritmica […]

Comunità

Un’eco imperitura e sgraziata

Questo mondo è solo dei ricchi e dei potenti. I loro desideri si tramutano in realtà. I miei desideri invece, come quelli di chi mi circonda, oltre a non realizzarsi peccano di lesa maestà. Nella vita ci vuole fortuna e se hai la sfortuna, come l’ho avuta io e tanti altri come me, di nascere […]

Comunità

Uscire dal tunnel

Basta decostruire gli altri, costruiamo noi stessi. Provare a essere compagni, in fondo in fondo, è la via preferenziale per restare umani

Comunità

Noi, il reddito, la montagna e il topolino

(Un'autocritica)

Da quarant'anni la sinistra radicale parla di reddito di base ma non è riuscita a concretizzare nulla. E ora la proposta grillina, pur non avendo niente a che fare con il "reddito di base", rischia di scippare un argomento di cui si parlava quando il M5S non esisteva neanche in forma embrionale

Comunità

Il marketing del decoro

Il caso Terni

La teoria pratica dei “decoratori istituzionali”: traffico in tilt e buio ovunque, ma bici nelle rastrelliere e skateboard in cantina, secondo un'ordinanza (poi ritirata). È una questione di ordine (e disciplina)

Comunità

Buonsenso, divano e reddito di cittadinanza

Quando il buonsenso si fa propaganda e più in generale arma politica, il destino collettivo di una società organizzata (lo stato nazione direbbero i nostalgici autarchici di ogni dove) vede virare il proprio timone verso un baratro di cui è impossibile scorgere il fondo. Buonsenso (parola così scontata da non avere significato reale) è tutto […]

Comunità

Prima noi

Poi (casomai) i troppi Salvini

La continua demonizzazione di Salvini non porta a niente. Anzi, è un alibi per non parlare di noi, che stiamo di qua. Cosa siamo? Cosa vogliamo?

Comunità

Spezzare il recinto

Prendere parte

Non si può rimanere equidistanti dinanzi alla clandestinizzazione dell'umanità. Occorre prendere parte, anche per rovesciare l'apparente buon senso di chi trasforma la percezione distorta in realtà

Comunità

L’era della solitarietà

E la "t" non è un errore

Una delle conseguenze dei trenta anni che abbiamo alle spalle è la solitudine generalizzata che ha inibito anche la possibilità di mettere in atto delle azioni per contrastarla. Ne discendono conseguenze a ogni livello. A cominciare dal riconoscimento e l'esercizio dei diritti e dalla vita di tutti i giorni

Comunità

Biografia di una città

Una storia da riscrivere

Dalla città-fabbrica descritta nel cruciale libro di Alessandro Portelli alla città che si libera dalla fabbrica ormai slegata dal territorio per fare dell'ambiente e della mutualità la leva del nuovo sviluppo

Comunità

La crisi partorisce mostri

E i mostri sono pericolosi

Se c’è un tempo fagocitatore di idee, e al tempo stesso siviera di buone intenzioni corredate da facili promesse, quel tempo è la campagna elettorale. Il maggioritario, mezzo salvifico imposto a colpi di propaganda per uscire dal tunnel di mani pulite, si è rifatto in parte proporzionale. Non è stato sufficiente cioè svestire la matematica […]

Comunità

Caminetti, accattonaggio

E tanta ipocrisia

In Umbria una delle battaglie ricorrenti tra le varie municipalità è la conquista della centralità geografica più o meno certificata dell’Italia, i più arditi tra i campanilisti, folgorati sulla strada maestra della globalizzazione, pretendono financo di essere il centro del mondo. Di questi giorni due notizie opposte nel dispiegarsi ma simili nella genesi tengono due […]