È stato redattore in quotidiani locali in Umbria, Lombardia e Toscana. Ha firmato video reportage per Fair Tv. Suoi articoli sono usciti su il manifesto e Altreconomia. Risponde a: fabriziomarcucci@ribalta.info.

Articoli di Fabrizio Marcucci

Percorsi

Ritrovare il pensiero, guardare avanti

Un incontro con l’autore Goffredo Fofi e l’antropologo Piergiorgio Giacchè diventa l’occasione per mettere sul banco degli imputati la “società dello spettacolo”, tanto pervasiva quanto vuota. Per farsi domande e tentare risposte. Per dirsi che occorre ricominciare a non collaborare

Opinioni

Mancate zone rosse, l’imputato è il sistema

L’inchiesta sulla mancata chiusura di Alzano e Nembro, due dei sottovalutati focolai lombardi di covid, è un esempio di clamorosa mistificazione sistemica, come sistemico è il razzismo negli Stati Uniti. La piega distorta che ha preso è stata adottata inconsciamente. Cioè in maniera automatica, spontanea, naturale si direbbe, benché non vi sia alcuna coerenza in […]

Percorsi

La riscoperta della gratuità

Dalle spese solidali ai libri ai dischi, addirittura. I percorsi intrapresi da persone comuni, studiosi e artisti che hanno realizzato opere per metterle a disposizione gratuitamente ci dicono come la pandemia ha coinciso anche con una rinnovata ricerca dell’umano da parte degli umani

Opinioni

Ripartire: quel moto perenne in conflitto con la vita

La morte in agguato determinata dal coronavirus aiuterebbe a definire i contorni. Aiuterebbe. Ma il condizionale è il modo verbale dell’insufficienza. Indica una potenzialità che ha bisogno di una condizione favorevole per trasformarsi in atto. Nel nostro caso manca l’energia per l’innesco. È assorbita da altro: da un moto che si autoalimenta con se stesso […]

Idee

La voracità inumana del sistema. Appunti per il dopo coronavirus

Quando si parla del dopo coronavirus si dà sempre la priorità a come far ripartire un sistema economico inceppato. Ma il coronavirus si sta incaricando di dimostrarci l’inumanità di quel sistema

Idee

Il vocabolario nuovo del virus

Col virus alle porte una riflessione organica è pressoché impossibile da fare. Viviamo un momento che scompagina certezze consolidate, anche se a volte senza fondamento. Il massimo che si può fare, forse, è ragionare per singole parole

Editoriale

Il welfare ai tempi del coronavirus

In questi giorni di crisi inedita da coronavirus si moltiplicano i messaggi, le esortazioni, finanche i meme sui social che invitano all’ottimismo: “Andrà tutto bene”, è l’adagio. Il tunnel nel quale siamo entrati prima o poi finirà, è chiaro. Questo virus non ha la forza di mettere a rischio la nostra sopravvivenza come specie sul […]

Percorsi

Un quartiere bene comune

Turbazioni è un progetto che a cominciare da un parco, sta tentando di riqualificare un’intera area cittadina che rischiava di piegarsi su se stessa. A partire dal concetto di bene comune

Editoriale

Lo strano caso della ricercatrice e del precariato

Si sono confezionati centinaia di articoli e servizi sulla ricercatrice dello Spallanzani che ha isolato il coronavirus. Ma tanta luce rischia di abbagliare, distogliendo da un fenomeno, quello del precariato, che è clamoroso e riguarda milioni di persone. Invece l'episodio è stato trattato come un caso personale

Percorsi

La bicicletta è rivoluzionaria

Viaggio nel Lab.biciclario di Terni, strano pianeta in cui convivono un ristorante e un’officina di riparazione per biciclette. Dove si mangia cibo a chilometri zero, si fanno sottoscrizioni per Emergency e si tenta di costruire un futuro meno nevrotico, più sicuro e più pulito

Percorsi

Luoghi e persone, rigenerazione o barbarie

Un insieme eterogeneo di studiosi, filmmaker e ricercatrici alla ricerca del nesso tra i posti e le persone che li frequentano. Ne scaturisce un quadro multicolore dove il minimo comune denominatore è la rigenerazione che produce comunità. Altrimenti c’è l’alienazione

Percorsi

La cooperazione che fa bene al welfare. Cioè a tutti

Un compleanno per festeggiare i quarant’anni di una coop che diventa l’occasione per ragionare su cooperazione e welfare ai tempi dell’austerità e della recessione. Come se ne esce? Rimanendo se stessi, non svendendo l’anima e continuando a farsi domande

Editoriale

Sardine, affinità e divergenze

Qualcuno ha scritto da qualche parte “meglio le sardine che niente”. E ci mancherebbe. Il movimento-geyser che si appresta sabato 23 novembre a riempire la piazza di Perugia dopo quelle di Bologna e di Modena ci restituisce però un gioco di vuoti e di pieni che vale la pena di affrontare. Il vuoto è quello […]

Percorsi

Marlene Kuntz, il senso di una storia

Più o meno contemporaneamente è stato pubblicato il libro di Cristiano Godano sui primi anni di vita della band e c’è stato il tour con cui i Marlene Kuntz hanno celebrato i loro trent’anni di carriera e il ventennale dall’uscita di “Ho ucciso paranoia”. È l’occasione per un bilancio che non è solo della storia dei Marlene Kuntz, ma anche di una parte della generazione che è cresciuta con loro. E per un discorso sull’arte

Opinioni

Sicurezza, tra fiction e realtà

A Perugia sono successe quasi contemporaneamente due cose che sono la metafora di come le emergenze di cui si discute nelle sedi istituzionali siano slegate dalla realtà. La sicurezza è una di queste. Il lavoro invece, è quella di cui non si parla