Referendum

Perché no

Non è vero che il Sì riforma e il No conserva,
e neanche che le procedure si snellirebbero
L’Italia con la Costituzione del 1948 è cresciuta
Intervista al professor Mauro Volpi

Categorie e argomenti
Idee


Simmel

e il web-individuo blasé

La navigazione online avviene in un mare eternamente in burrasca, ma, in realtà, piatto e placido: info, tweet, foto, saturano gli spazi per onde e venti, che, alla fine, non ci sono più o non hanno più forza o sono solo illusori. Servono bussole contro la stupidità digitale?


“Macero no”

I libri tornano a vivere

A causa di un mercato dopato alcuni titoli sono costretti ad andare al macero quando ancora hanno molto da dire. Ecco perché quattro case editrici indipendenti hanno deciso di vendere alcune delle loro produzioni al prezzo politico di tre euro. Storia di un’iniziativa che va molto al di là di quello che sembra e punta a combattere un sistema distorto


Altrocioccolato

L'abbraccio al mondo

Dai no degli inizi ai sì di oggi. A Città di Castello per tre giorni si incontra chi non è contento del mondo attuale e prova a cambiarlo. Con uno sguardo particolare dedicato al cibo, a chi lo produce e a chi lo consuma



Il caffè che libera tutti

E rema contro la crisi

La solidarietà può essere una leva per sovvertire leggi dell’economia che paiono naturali, ma sono scritte da uomini e donne, quindi modificabili. E un caffè può favorire lo sviluppo autentico di intere popolazioni. Funziona, come dimostra la vicenda di Ponte solidale



Olimpiadi

Nel frullatore del nulla

Fabrizio Marcucci Ci sono giornate normali, ordinarie. In cui accadono cose come sempre succede. Ma cose normali, appunto, senza scosse particolari, senza picchi di attenzione. Quella di oggi, nella sua normalità anormale, ci può aiutare a capire che siamo conficcati dentro un frullatore. Perché se oggi un marziano atterrasse in Italia o se un eremita […]


Tiziana e noi

La viltà allo specchio

Fabrizio Marcucci I bulli e le bulle da bar o da salotto televisivo se la cavano con una scrollata di spalle e il conseguente “se la sono cercata”. Gli ipocriti che la pensano come bulli e bulle ma odorano che è meglio mimetizzarsi nel politicamente corretto, evitano l’argomento. Chi cerca il dito e si perde […]


Le auto e il governo (che non c’è)

Più schiavi che liberi

I costi di mantenimento del parco macchine sono altissimi. Eppure l’Italia vanta il record di motorizzazione, con una piccola regione a fare da capofila. Perché? C’entra il fatto che il governo del territorio è stato abbandonato e lo sviluppo è determinato da interessi che sono quelli dei soliti pochi


Italia povera

Se 4 milioni vi sembrano pochi

In queste settimane si è parlato dei 4 milioni e mezzo di poveri residenti in Italia. La cifra, certificata dall’Istat, è davvero molto alta, più che doppia rispetto al 2005. Vediamo le caratteristiche dei poveri oggi e le condizioni sociali che favoriscono la deprivazione materiale.




Contro il razzismo

Ritrovare le parole

Fabrizio Marcucci Di fronte a una barbarie gigantesca si rimpicciolisce. Le parole che ci siamo dati per tentare di dare un senso alle cose e stabilire delle connessioni tra umani mostrano la loro drammatica insufficienza a circoscrivere l’enormità. Silenziare le parole può allora diventare, oltre che un rifugio, un modo per ricalibrare le dimensioni dell’immanità, […]